Libri, ecco come far sì che un testo riesca a comunicare (da affaritaliani.it)

Che nelle nostre relazioni comunichiamo non solo con le parole ma anche, e soprattutto, con il non-verbale, è già noto. Ma che un ragionamento analogo si possa applicare ad un documento scritto, è una novità. [...]

Leggi tutto

Perché la forma impersonale può fare danno

Si allega, si comunica, si registra… Espressioni ricorrenti che non promuovono la capacità comunicativa di un documento. E il perché c’è.

Pensiamo alla natura della comunicazione: una relazione fra una persona che dice, oralmente o per iscritto, e una persona che ascolta o legge. La forma impersonale annulla questa dinamica e lascia solo l’azione: figurativamente il messaggio sembra sospeso nel vuoto. L’aggiunta dei due soggetti conferisce vitalità: vi allego, vi comunico, l’addetto registra.

Leggi tutto
Tutte le Newsletter

L’eccellenza e la felicità nascono dal metodo e dalla passione, nel lavoro e nella vita

Ultimi scatti

Erika Leonardi è consulente, formatrice e autrice di testi

Laureata in Biologia, ha svolto ricerca e didattica universitaria in campo etologico. Si occupa di organizzazione aziendale e di gestione dei servizi dal 1992. Riesce a trasmettere in modo semplice e originale temi manageriali anche complessi.

Leggi tutto

Newsletter

Per iscriversi alla Newsletter con articoli e approfondimenti inserire la propria